Magnificat

anno: 2008

 

di Antonio Moresco
regia Maurizio Lupinelli
con Elisa Pol
disegno luci Filippo Trambusti
costumi Maria Chiara Grotto
produzione Armunia festival Costa degli Etruschi e Nerval Teatro

 

debutto spettacolo 6 luglio 2008, Festival Inequilibrio, Castiglioncello (LI)

 

A un anno dal debutto di Fuoco Nero la compagnia, fondata nel 2007 da Maurizio Lupinelli e da Elisa Pol, continua il percorso attraverso la drammaturgia di Antonio Moresco con la messa in scena di Magnificat. Un monologo al femminile dove una madre dialoga con il proprio feto e con la sua voce a venire. In scena Elisa Pol incarna la figura della giovane madre e allo stesso tempo quella del figlio che ha ancora in grembo: un rapporto antico di complicità e conflitto che la scrittura di Antonio Moresco porta fino al parossismo: «Mamma, perché? Mamma, perché devo nascere? Mamma, perché?»

 

“Il Magnificat è un canto di esultanza, accettazione della maternità mentre il testo è tragico. Ho sentito necessario mantenere questa lacerazione.
[A. Moresco]

 

“Magnificat è un lampo e un abisso, un breve fragoroso affondo nella merda e nella luce della vita.”
[A. Porcheddu, Del Teatro.it, 5 giugno 2009].

 

 

“Elisa Pol dà prova di una generosità che supera la bravura.”
[A. D’Agostino, Altre Velocità, luglio 2008]

 

 

“Magnificat rovescia tutti i facili cliché legati alla maternità entrando impunemente nell’intimo delle nostre pance.”
[D. Balduccelli, Il Giornale della Mezzanotte – Inequilibrio 08, 8 luglio 2008]


rassegna stampa